WILPF Italia

Women's International League for Peace and Freedom Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà, fondata nel 1915 contro la Prima guerra mondiale

Festa della mamma: restituzione di senso

 

COMUNICATO STAMPA della WIPF Italia

(Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà)

11 Maggio 2014

FESTA DELLA MAMMA: RESTITUZIONE DI SENSO

Le donnedevono avere voce in capitolo sulle grandi questioni dell’umanità per impedire la distruzione della vita”. Così diceva Julia Ward Howe (1819-1910) la donna poetessa, scrittrice e lottatrice per i diritti umani dei portatori di handicap, degli infermi di mente e dei carcerati, alla quale si deve l’esistenza del giorno della mamma come Giornata di lotta delle Mamme per la Pace.

Era il settembre del 1870 – epoca della guerra civile negli Sati Uniti d’ America e della guerra franco-prussiana in Europa -e la Howe lanciò un Appello a tutte le donne del mondo per convocarle in un Congresso Mondiale in cui riflettere sul ruolo della donna per porre fine le guerre.

Le donne non devono più essere chiamate in causa solo dopo le guerre per piangere i loro figli morti.

Si mobilitino tutte le donne che hanno un cuore e dicano con fermezza:

Non permetteremo che le grandi questioni dell’umanità le decidano unicamente persone irresponsabili.

Noi, le donne di un unico mondo, saremo capaci di educare i nostri figli perché non siano pericolosi per gli altri.

Deponete le armi!

La spada di chi uccide non è la bilancia della giustizia.

Il sangue non toglie il disonore e neppure la violenza è la soluzione!”

Il passo successivo della Howe fu quello di realizzare nel 1870 un Congresso Mondiale di Donne in favore della Pace Mondiale. Ci furono altri congressi e lei fu eletta Presidente dell’ Associazione Femminile della Pace Internazionale negli stati Uniti . Il suo massimo impegno fu rivolto all’educazione in quanto strumento preventivo per rendere forti le coscienze di ogni essere umano contro la violenza.

Nel 1887 viaggiò in Inghilterra per diffondere il proprio messaggio e non potendo organizzare il Congresso delle Donne per la Pace, la Howe ebbe un’altra idea: organizzare un Festival dedicato alla difesa della Pace, in un giorno chiamato “Giornata della Mamma per la Pace Mondiale”.

La Howe scelse la prima domenica di giugno e tale evento si realizzò fino al 1912 secondo lo spirito originario che era quello di un grande festival per la pace in cui tutti – donne, uomini e bambini – si ritrovassero uniti per discutere, pregare, cantare e fare proposte su come costruire la Pace.

Anche noi, donne del 2000, testimoniamo il coraggio di sottrarre la Festa della Mamma a tutte le speculazioni tipiche della nostra epoca che attraverso il potere mediatico riesce a banalizzare, mercificare e svuotare di senso una festa così significativa per le sue radici pacifiste.

Le ragioni per farlo sono molteplici a partire dalla caduta verticale di valori tipica dello squallido mondo in cui viviamo, oltre che dalle emergenze economiche, sociali , ambientali frutto del dilagare della violenza in tutte le sue declinazioni .

L’intrinseco valore del femminile è quello di nutrire senza possedere. Purtroppo la cultura attuale è dominata dalla brutalità del potere.

Nella Giornata della Mamma , la WILPF Italia rilancia con forza gli ideali originari di questa ricorrenza e si sente particolarmente vicina al dolore delle Mamme delle studentesse rapite in Nigeria, vittime innocenti di una spirale di violenza rispetto alla quale anche l’occidente neocolonialista ha precise responsabilità. Assieme alle Mamme Nigeriane chiediamo con determinazione che le loro figlie siano prontamente restituite alla libertà e sosteniamo tutte le iniziative diplomatiche che possano favorire la soluzione pacifica del caso.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/16/2014 da .

Antonia Sani (presidente)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 230 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: